Borgo Treviso 22, 35013 Cittadella (PD) Tel: +39 049 5970020 Email: info@abopportunity.it

Venti favorevoli per l’Export Italiano nelle Americhe – ABO News

Venti favorevoli per l’Export Italiano nelle Americhe – ABO News
14 Dicembre 2018 Pier

14 Dicembre 2018

Venti favorevoli per l’Export Italiano nelle Americhe

 

L’America è il supercontinente per eccellenza, formato da ben 35 Stati e suddiviso in tre subcontinenti: America del Nord, del Centro e del Sud.
Circa l’8% della popolazione mondiale vive nel Continente, ma le zone più popolose sono Brasile, Messico e USA.
Economia e rapporti commerciali sono i piloni che sostengono le relazioni fra le Americhe e la nostra Penisola.
Al primo posto, il settore per eccellenza: l’agroalimentare. Questo è molto richiesto e apprezzato: USA, Canada e Messico, infatti, seguono la Germania nella classifica delle destinazioni dell’export agroalimentare italiano. I prodotti più amati sono formaggio, olio, pasta e vino.

Data, appunto, la vastità del territorio e, soprattutto, le differenze all’interno dello stesso, risulterebbe improbabile parlare di export italiano in generale. Ci soffermiamo, quindi, sui principali Stati Americani che influenzano l’economia (nello specifico le esportazioni) del nostro Paese.

Gli STATI UNITI sono considerati, secondo dati statistici, il terzo mercato più importante dell’export italiano, dopo la Germania e la Francia.
Le richieste sono diversificate e vanno dai prodotti farmaceutici a quelli chimici, dal food&beverage ai vini. Ma anche tessile e abbigliamento, meccanica strumentale e apparecchi elettrici.
Il 2017 è stato un anno record per le esportazioni italiane negli USA, con quasi 41 miliardi di euro, facendo diventare l’Italia l’8 partner commerciale globale degli USA.

Il CANADA è, di per sé, un Paese solido, ricco di materie prime, stabile sia economicamente che politicamente e aperto all’internazionalizzazione.
L’Italia, nel 2017, si è confermata, per i canadesi, 9° partner commerciale a livello mondiale, con un risultato positivo di circa 5,3 miliardi di euro.
Principalmente vengono esportati in Canada attrezzature e macchinari, mezzi di trasporto, food&beverage.

Anche i rapporti economici e commerciali tra Italia e MESSICO sono da tempo consolidati.
Il Messico è aperto agli investimenti esteri e ospita già parecchie aziende italiane strutturate, soprattutto a Città del Messico, Monterrey e nella “Riviera Maya”.
Il Paese continua la sua crescita economica. Tra le merci Made in Italy, richiesti particolarmente prodotti di arredamento, abbigliamento e calzature, oltre ad alimentari e bevande.

Fase positiva anche per Italia e BRASILE.
Il nostro Paese è molto importante per il Brasile sotto il profilo degli investimenti, soprattutto nei settori manifatturiero e dei mezzi di trasporto, ma anche il settore finanziario sta registrando una crescita importante negli ultimi anni.
Come per il resto del nord America, anche qui sono fortemente richiesti i prodotti agroalimentari e le bevande, nonché gli articoli di abbigliamento e articoli in pelle.

Il PERU’, Paese economicamente stabile, ha dimostrato crescente interesse per il prodotto italiano, sinonimo di qualità ed eccellenza.
Buone opportunità per l’export del Bel Paese sono offerte per l’inserimento di attrezzature e macchinari, per le costruzioni e la manifattura, arredamento e design d’interni, agroalimentare di lusso.
Grazie alle numerose risorse naturali, discreto interesse deriva da investitori esteri, così come per il settore energetico, sanitario ed infrastrutturale.

Sotto i profili economico, commerciale e umanitario, non possiamo tralasciare l’ARGENTINA, con la quale i rapporti sono ottimi.
L’Italia esporta principalmente prodotti chimici, macchinari e attrezzature, apparecchi elettrici, autoveicoli e forniture di acqua, reti fognarie e apparecchiature per il trattamento dei rifiuti.
I maggiori investimenti italiani in Argentina riguardano, invece, prodotti delle cave e miniere, manifattura e agricoltura e allevamento.

Non da meno, nella scala delle relazioni economiche con l’Italia, è l’ECUADOR dove moltissimi italiani sono diventati connazionali, pienamente integrati e attivi nel campo sociale e nella produzione locale.
Il Governo locale ha eliminato alcune barriere che bloccavano le esportazioni italiane verso l’Ecuador, permettendo cosi di vendere, tra gli altri, Prosciutto di Parma e formaggi (prima non permessi), ma anche importazioni nei settori dell’agroindustria, legno, abbigliamento (anche in pelle), calzature, materie plastiche e prodotti chimici, autoveicoli e macchinari.

Come ultimo, ma non per importanza, il VENEZUELA. Paese ancora in via di sviluppo e costruzione, con numerose possibilità per le Imprese italiane di proporsi nei più svariati settori, come quello delle energie, dell’edilizia, dell’agroalimentare e dei trasporti.
Richiesta anche una vasta gamma di prodotti farmaceutici, articoli in gomma e materie plastiche.
Anche in Venezuela, come in Ecuador, vive una grande comunità italiana, che riveste una posizione economica in primo piano, intrattenendo spesso i rapporti commerciali con la nostra Penisola.

Tutti gli Stati americani stanno vivendo un periodo di crescita economica e commerciale negli ultimi anni, sempre più predisposti ad investimenti esteri e all’internazionalizzazione.
Motivi per i quali, qualsiasi Azienda italiana, previo studio accurato del prodotto e del mercato di destinazione più adatto, può tentare l’esperienza dell’estero, portando un po’ di Made in Italy in questi Paesi che sempre più lo amano.

–> Visita la pagina dedicata al Summer Fancy Food 2019

dal 23 al 25 giugno 2019

Il più grande evento per il Nord America nel settore Food & Beverage

__________________________

Per Info:
A.B.O. Around Business Opportunity
Tel. 049 59 700 20
Mail: info@abopportunity.it

× Come possiamo aiutarti?