Borgo Treviso 22, 35013 Cittadella (PD) Tel: +39 049 5970020 Email: info@abopportunity.it

Record di barriere abbattute dalla Commissione Europa in ambito commerciale – ABO News

Record di barriere abbattute dalla Commissione Europa in ambito commerciale – ABO News
31 Luglio 2018 Pier

27 Luglio 2018

Record di barriere abbattute dalla Commissione Europa in ambito commerciale

La Commissione Europea, nello scorso giugno, ha presentato, al Parlamento e al Consiglio Europeo, la relazione annuale con riferimento al libero mercato e, quindi, alla sussistenza di ostacoli su scambi ed investimenti.

L’Unione Europea è uno dei mercati più aperti al mondo” afferma Cecilie Malmström, Commissaria al Commercio per l’Unione Europea.

Tariffe esterne basse, un’economia senza frontiere, un mercato unico ed un elevato grado di facilità di realizzazione dei progetti, sono fattori che aiutano l’UE ad attirare la quota più elevata del mondo di investimenti diretti esteri, con conseguente creazione milioni di posti di lavoro nell’UE per l’anno appena trascorso.

“Ma affinché il libero scambio offra vantaggi alle imprese e alle società, deve essere una strada a doppio senso”, continua la Commissaria. “Più di 30 milioni di posti di lavoro nell’UE sono sostenuti dalle esportazioni europee verso il resto del mondo. Attraverso i nostri accordi commerciali, stiamo aprendo nuovi mercati per i nostri esportatori. Pensando alle imprese, stiamo garantendo loro un accesso ai mercati esteri alle stesse condizioni offerte in ambito UE.”

E ancora “Nella nostra strategia per il commercio, abbiamo fatto del rafforzamento della competitività e dell’innovazione una priorità assoluta, ponendoli alla base del pilastro della politica commerciale della Comunità.”

Nel presentare la relazione, la Dottoressa Malmström conclude affermando “Sono orgogliosa di ciò che abbiamo ottenuto fino a qui. Abbiamo raggiunto risultati tangibili per le nostre aziende. Fin dalla formazione della Commissione, il nostro lavoro al fianco degli Stati Membri e dell’industria ha portato a rimuovere 88 ostacoli in un’ampia gamma di settori”

Dal 2014 e lo scorso anno, difatti, la Commissione ha rimosso un totale di 88 barriere, 45 in più dello scorso anno, nei più svariati settori, identificati come settori-chiave per export ed investimenti: dall’agroalimentare all’aeronautico, passando -tra gli altri- per quello automobilistico, cosmesi, ferro e acciaio, macchinari, dispositivi medici, farmaceutico, tessile e pelle, legno e carta.

La Commissaria, inoltre, afferma “Queste rimozioni hanno portato, ogni anno, ad un export pari 4,8 miliardi di euro per le imprese dell’UE, esattamente il doppio rispetto all’analisi dell’ultimo biennio.”

“L’apertura del mercato è una necessità economica e politica” prosegue.

Questa apertura, difatti, fa la differenza per molte imprese europee che operano all’estero e apporta un contributo essenziale all’obiettivo chiave della Commissione, che è quello di stimolare la crescita e l’occupazione dei cittadini dell’Unione.

Il rapporto rivela che i 9 Paesi con il maggior numero di barriere commerciali ad oggi ancora in vigore sono economie aderenti al G20.

Nel 2017, inoltre, il rapporto evidenzia come il maggior numero di ostacoli registrati siano stati quelli russi, a cui seguono quelli di Cina ed Indonesia.

Va sottolineato che la Cina è il Paese che ha introdotto più ostacoli nel corso del 2017, seguita da Russia, Sud Africa ed India.

Al contrario, grazie al lavoro della Commissione, lo scorso anno sono stati rimossi 7 ostacoli in Cina, 3 in Brasile e Canada e 2 rispettivamente in Argentina, Arabia, Emirati Arabi Uniti, India e Taiwan.

Conclude inoltre, affermando che “l’UE semplicemente non accetterà che le nostre imprese siano preda di ostacoli all’accesso al mercato. I nostri Imprenditori troveranno nell’UE il tipo determinazione volta a garantire l’apertura del mercato che meritano”.

Per Info:
A.B.O. Around Business Opportunity
Tel. 049 59 700 20
Mail: info@abopportunity.it

× Come possiamo aiutarti?