Borgo Treviso 22, 35013 Cittadella (PD) Tel: +39 049 5970020 Email: info@abopportunity.it

Piemonte rif 79-2023. CSR 2023-2027 (SRG03). Finanziamento a fondo perduto per la partecipazione a regimi di qualità. BANDO SRG03/1/2023

Area Geografica:

Piemonte

Scadenza:

Domande dal 19 maggio 2023. La scadenza di presentazione delle domande verrà stabilita con successivo atto dirigenziale.

Beneficiari:

Associazione di categoria/Consorzio, Associazione-Ente Non profit/Terzo settore/Impresa sociale, Cooperativa, Grande Impresa, Micro impresa, PMI

Sono beneficiari le aziende singole o forme associative degli agricoltori di nuova costituzione o già esistenti, qualsiasi natura giuridica, che aderiscono a regimi di qualità istituiti dall’Unione Europea, dallo Stato membro e dalle Regioni.

L’imprenditore agricolo e gli agricoltori che fanno parte delle forme associative, per poter essere il destinatari finali dell’intervento, devono partecipare per la prima volta ai regimi di qualità ammissibili o devono aver partecipato ai medesimi regimi nei cinque anni precedenti alla presentazione della domanda di sostegno;

Le OP, AOP e i Consorzi di tutela devono essere riconosciuti ai sensi della pertinente normativa nazionale e regionale.

Spese Finanziate

Certificazioni

Settori

Agricoltura, Silvicoltura e Pesca

Forma di agevolazione

Contributo a fondo perduto

Interventi ammessi

E’ ammissibile la presentazione di più domande (individuali o delle associazioni a cui il beneficiario appartiene) che, in merito alla tipologia dei regimi di certificazione oggetto del sostegno, devono essere:

• per le certificazioni di prodotto: riferite a produzioni diverse;

• per le certificazioni di processo (es. biologico, SQNPI): riferite a regimi diversi.

Le domande di sostegno prevedono la copertura dei costi di certificazione per la prima iscrizione e il mantenimento nel sistema dei controlli, nonché per i costi delle analisi previste dal disciplinare di produzione e dal piano di controlli dell’organismo di certificazione riferiti ai seguenti regimi di qualità:

1. Indicazioni geografiche DOP/IGP– prodotti agricoli e alimentari registrati nello specifico registro relativo ai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari, compresa l’indicazione facoltativa di qualità “prodotto di montagna”.

2. Denominazioni di origini, Indicazioni geografiche e menzioni tradizionali nel settore vitivinicolo;

3. STG – prodotti agricoli e alimentari registrati nello specifico registro dell’Unione relativo ai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari;

4. Indicazioni geografiche delle bevande spiritose;

5. Indicazioni geografiche dei prodotti vitivinicoli aromatizzati;

6. Produzione biologica;

7. Produzioni di qualità di cui al Sistema Qualità Nazionale Produzione Integrata;

8. Sistema di qualità nazionale zootecnia;

9. Sistema di qualità benessere animale – produzioni ottenute in conformità ai disciplinari di produzione del Sistema di Qualità Nazionale per il Benessere Animale (SQNBA);

10. Regimi di qualità di natura etica e sociale.

Agevolazione

La spesa massima ammissibile realizzata da un singolo beneficiario è pari a € 3.000,00. Nel caso della presentazione di più domande di sostegno riferite a diversi regimi di qualità resta fermo il limite massimo complessivo annuale di € 3.000,00 (tremila) per soggetto.

Il sostegno è una sovvenzione a fondo perduto concesso sotto forma di pagamento annuale. L’intensità dell’aiuto è pari al 100% dei costi fissi sostenuti nel periodo di riferimento di ciascuna annualità per la partecipazione al/ai regime/i di qualità ammesso/i, entro il limite massimo complessivo annuale di € 3.000,00 (tremila) per soggetto per un massimo di 5 anni.

Scadenza

Domande dal 19 maggio 2023. La scadenza di presentazione delle domande verrà stabilita con successivo atto dirigenziale.

Specifiche

Il bando è finalizzato a:

• favorire il sistema produttivo e l’economia del territorio;

• tutelare l’ambiente, perché il legame indissolubile con il territorio di origine esige la salvaguardia degli ecosistemi e della biodiversità;

• sostenere la coesione sociale dell’intera comunità;

• dare maggiori garanzie ai consumatori con un livello di tracciabilità e di sicurezza alimentare più elevato rispetto ad altri prodotti;

• promuovere l’aggregazione delle imprese e favorire la concentrazione dell’offerta

• rafforzare i sistemi di certificazione, regimi di qualità riconosciuta, sistemi di

• etichettatura volontaria, per aumentare la qualità, la sostenibilità e il benessere animale, favorendo la partecipazione delle imprese delle filiere agroalimentari e rafforzando il ruolo delle OP e dei Consorzi di Tutela;

• garantire con le certificazioni di qualità, ognuna con i propri disciplinari, standard di qualità riconosciuti, contribuendo ad aumentare la consapevolezza e la conoscenza dei consumatori rispetto all’origine dei prodotti e ai sistemi o modelli produttivi.


    Richiedi maggiori Informazioni

    Acconsento il trattamento dei dati personali *

    Non sono un robot

    * Informazione necessaria alla compilazione del form
    Consulta la Privacy Policy per la Tutela Obbligatoria dei Dati Personali

    ProjectIncentivi
    0000
    × Come possiamo aiutarti?