Borgo Treviso 22, 35013 Cittadella (PD) Tel: +39 049 5970020 Email: info@abopportunity.it

La ripresa del settore fashion – ABO News

La ripresa del settore fashion – ABO News
21 Luglio 2021 Pier

14 Luglio 2021

Il fatturato 2020 in forte calo rispetto al 2019.
Non si presentano bene i dati dell’anno appena concluso per un settore trainante del Made in Italy: il Fashion, nel senso più esteso del settore stesso.
Un settore che, a livello mondiale, ha voce in capitolo in ogni singola vetrina.
Fortunatamente il 2021 si è aperto con qualche segnale di ripartenza e ritrovato favore da parte dei mercati internazionali. 
Export che a marzo di quest’anno ha dato segnali di rimbalzo. Rispetto al marzo dello scorso anno, l’export cresce del +45,4% (+183,7 milioni in valore assoluto). Anche rispetto al marzo 2019 si rileva un aumento, pur meno intenso, pari al +6,5% (corrispondente a 36 milioni di euro in più).  

 Ma le Aziende non sono state certo alla finestra nel periodo di blocco obbligatorio.
Alle Aziende italiane del settore va riconosciuta, da sempre, una dinamicità, una forza di ripresa e un ritornare sotto ai riflettori mondiali che sono unici nella storia.
Le singole filiere, tra pandemia, rincaro delle materie prime, mancanza di quest’ultime e collezioni in magazzino non si sono perse d’animo, nonostante un ovvio smarrimento iniziale.
È questo il momento in cui le imprese devono guardare con maggiore attenzione alle opportunità offerte dal mercato, soprattutto extra Europa, con un occhio di riguardo alle abitudini dei mercati dove si vuole essere inseriti, ma senza azzardare mosse sbagliate o affrettate. 

 Non va dimenticato che il nostro comparto moda, a fronte di un competitor su fascia bassa come la Cina, può rientrare a gamba tesa sulla fascia medio-alta e luxury, magari togliendosi anche qualche sassolino accumulato negli anni.
A seguito di alcuni studi effettuati, tra le aree più promettenti per l’export nel biennio della ripresa (2021-2022), vanno tenuti d’occhio i Mercati di Australia, Qatar, Kuwait, Stati uniti ed Israele. 

E in questo periodo hanno lavorato assiduamente, a testa bassa, per guardare con ottimismo alla seconda metà del 2021: periodo in cui ci potrebbe essere il rilancio per la moda italiana. 

 

× Come possiamo aiutarti?