Borgo Treviso 22, 35013 Cittadella (PD) Tel: +39 049 5970020 Email: info@abopportunity.it

La nuova strategia logistica dell’Arabia Saudita verso la Vision 2030 – ABO News

La nuova strategia logistica dell’Arabia Saudita verso la Vision 2030 – ABO News
9 Luglio 2021 Pier

09 Luglio 2021

 

È stata presentata nei giorni scorsi la strategia nazionale per i trasporti e la logistica da parte del principe ereditario saudita, SE Mohammed bin Salman: un programma completo supportato da obiettivi ambiziosi per realizzare il programma Vision 2030. 

Questa strategia rafforzerà le capacità umane e tecniche nel settore dei trasporti e della logistica nel Regno“, ha affermato il principe ereditario.

Migliorerà la connessione con l’economia globale e consentirà al nostro Paese di investire la sua posizione geografica, al centro di tre continenti, nella diversificazione della nostra economia creando un’industria di servizi logistici avanzati, costruendo sistemi di servizi di alta qualità e applicando modelli di business per migliorare la produttività e la sostenibilità nel settore della logistica. 

 Trasporti e logistica sono uno dei principali obiettivi dei programmi della Vision 2030 del Regno e fattore vitale per diversi settori economici.
Nell’ambito della strategia, il Ministero dei trasporti sarà ribattezzato Ministero dei trasporti e dei servizi logistici. 

 Uno dei principali obiettivi della strategia, ha osservato il principe ereditario, è quello di aumentare il contributo del settore dei trasporti e della logistica al prodotto interno lordo nazionale dall’attuale 6% al 10%. Ciò contribuirà ad alimentare la crescita del business, espandere gli investimenti e aumentare i ricavi non petroliferi del settore a circa 45 miliardi di SR (12 miliardi di dollari) all’anno entro il 2030, ha affermato il principe ereditario.
Saleh Al-Jasser, il ministro entrante dei trasporti e della logistica, ha affermato che la strategia contribuirà a rafforzare la competitività del Regno a livello regionale e globale. 

 La nuova strategia ha fissato ulteriori obiettivi molto ambiziosi. 
L’asticella è posta molto in alto nella scala delle ambizioni.
In primis portare l’Arabia Saudita al quinto posto a livello mondiale in termini di numero di passeggeri in transito, aumentare il numero di destinazioni internazionali servite dal Paese a oltre 250 e lanciare un nuovo vettore aereo nazionale.
Il piano mira anche a fortificare e migliorare le capacità del settore del trasporto aereo delle merci raddoppiando la sua capacità a oltre 4,5 milioni di tonnellate. Per quanto riguarda il trasporto marittimo, invece, il principe ereditario si è posto l’obiettivo di raggiungere una capacità di oltre 40 milioni di container all’anno.
Per le ferrovie del Regno, il piano punta ad aumentare la rete a 8.080 km di binari, dagli attuali 5.330 km.  

 Uno degli elementi più ambiziosi è il progetto di realizzare un ponte terrestre di oltre 1.300 km che colleghi i porti del Regno sulla costa del Golfo Persico con quelli della costa del Mar Rosso, trasportando oltre 3 milioni di passeggeri e 50 milioni di tonnellate di merci per anno.
Saleh Al-Nuzha, membro del Comitato per l’energia e l’economia del Consiglio Shoura, ha affermato che la consegna delle merci è una parte vitale di qualsiasi catena di approvvigionamento commerciale.
È noto che uno dei fattori di successo più importanti in qualsiasi settore è la possibilità e la facilità di consegnare il prodotto o il servizio al cliente“, ha affermato.
Al-Nuzhna ha anche elogiato il piano per includere una nuova compagnia aerea, poiché ciò aumenterà la concorrenza tra diversi vettori. 

 La startup di logistica e supply chain locale, Trukkin, che il mese scorso ha ricevuto 7 milioni di dollari da un gruppo di investitori sauditi e che sta pianificando di espandere la propria presenza nel Regno, ha accolto con favore la nuova strategia.
Questo non è una sorpresa per noi perché abbiamo sempre creduto nel potenziale dell’Arabia Saudita di diventare un campione regionale e globale nella logistica“, ha affermato Janardan Dalmia, fondatore e CEO di Trukkin. 

 

 

× Come possiamo aiutarti?