Borgo Treviso 22, 35013 Cittadella (PD) Tel: +39 049 5970020 Email: info@abopportunity.it

I numeri di Expo e di Dubai – ABO News

I numeri di Expo e di Dubai – ABO News
22 Maggio 2019 Pier

22 Maggio 2019

I numeri di Expo e di Dubai – ABO News

Un quartiere situato a sud del cuore di Dubai, verso Abu Dhabi, pari a 4,38 kmq: tanta è l’area su cui sorgerà il sito Expo2020.
L’80% di esso rimarrà poi a patrimonio della città, offrendo così nuove e ancora più moderne infrastrutture e migliorando, così, la qualità dei servizi per residenti e turisti.
La zona individuata a suo tempo come “area Expo” è situata al confine con l’aeroporto internazionale Al Maktoum, ad oggi ancora in fase di costruzione, ma facilmente raggiungibile sia dal centro di Dubai -Business Bay-, che da quello di Abu Dhabi, nonché dai terminal crociere delle due città.
Al Maktoum, per di più, è destinato a diventare il primo aeroporto al mondo: si parla di 160 milioni di passeggeri l’anno, con un traffico di circa 12 milioni di tonnellate di merci in entrata o in transito.
Un vero e proprio hub dotato di 5 piste e tre terminal passeggeri, oltre a centri commerciali ed hotel.
A tal proposito, difatti, in tutta la città sono in costruzione 44.000 nuove unità immobiliari e 81.000 nuove stanze d’albergo, oltre alla realizzazione di 16 nuovi centri commerciali.
Inoltre, Expo sarà fornito di una propria stazione della metropolitana, in grado di trasportare fino a 50.000 passeggeri all’ora.
Il sito dell’Esposizione ospiterà fino a 205 padiglioni, 3 souk (tipico mercato arabo e al contempo una parte cruciale della vita e del commercio per i residenti della città) e oltre 200 tra ristoranti e punti ristoro, con l’Expo Village che comprenderà 3.000 appartamenti, 1.500 stanze tra hotel e residence e 8.000 parcheggi.

Il sito di Expo 2020 è stato progettato per poter ospitare fino a 300.000 visitatori, prevedendo una presenza media giornaliera di 153.000 persone. Il completamento della struttura è previsto per dicembre 2019.
Le strutture e gli spazi di Expo richiamano -architettonicamente- il concetto della connettività, che è il tema centrale dell’evento.
Il fulcro del sito è dato dalla maestosa Al Wasl Plaza: una piazza che diverrà il cuore pulsante dell’evento, il cui significato è strettamente connesso al nome arabo della città al-Waṣl, ovvero “il collegamento”.
Questa è tra gli edifici destinati a rimanere anche dopo la fine dell’Esposizione Universale, come segno architettonico di grande impatto.
Una gigantesca cupola la coprirà e sarà realizzata dall’italiana Cimolai Rimond Middle East (con sede ad Abu Dhabi).
Con un’altezza di 68 metri e un diametro di 150 metri, con i suoi 13.600 metri di strutture in acciaio, per un peso complessivo di 2.265 tonnellate, creerà uno spazio di 724.000 metri cubi, un’unica copertura di tessuto fotovoltaico permetterà di collegare l’intero sistema sia fisicamente che concettualmente
Essa resterà un simbolo tangibile dell’eccellenza del Made in Italy nel settore edile.
Su essa si affacceranno, poi, tre importanti aree: il Padiglione di Benvenuto di Expo, il Padiglione dell’Innovazione e il Padiglione degli EAU a firma dell’architetto spagnolo Santiago Calatrava.
Da Al Wasl Plaza, a simboleggiare la connessione, partiranno i tre padiglioni rappresentanti i tre temi guida: mobilità, opportunità, sostenibilità. Il tutto a richiamare la forma di un fiore.

 

 

Per Info:
A.B.O. Around Business Opportunity
Tel. 049 59 700 20
Mail: info@abopportunity.it

 

Richiedi maggiori informazioni / Request information

Leggi la nostra / Read our Privacy Policy

Ho letto e acconsento / I have read and Agree to the - Privacy Policy

* Informazione necessaria / Information necessary