Borgo Treviso 22, 35013 Cittadella (PD) Tel: +39 049 5970020 Email: info@abopportunity.it

Export: elemento chiave per rafforzare il business aziendale – ABO News

Export: elemento chiave per rafforzare il business aziendale – ABO News
3 Gennaio 2021 Pier

3 Gennaio 2021

Ogni Azienda, piccola, media o grande che sia, può andare alla conquista dei mercati esteri con i propri prodotti.
Il processo che porta all’internazionalizzazione, però, chiede una formazione adeguata che non sempre è presente nell’azienda, sia per grandezza della stessa, che per contesto, sviluppo, etc.
Possiamo definire gli step che portano all’internazionalizzazione elencandoli qui di seguito. Sono gli stessi passi che compiamo noi di ABOpportunity, quando un imprenditore ci viene a presentare la propria realtà o il proprio prodotto.

Il primo step è una analisi interna dell’Azienda.
Non vi chiediamo informazioni generali sull’Azienda per farci i fatti vostri, ma lo facciamo per avere un quadro abbastanza definito della realtà che viene presentata.
Questo punto è formato da più sottopunti:
Le domande che vi poniamo e dovete porvi.
Sono questioni che spaziano dal capire se la vostra realtà ha già esportato; i numeri che annualmente fate per il mercato interno e se avete le capacità di far fronte ad ulteriori richieste, etc.

Ulteriore punto è il conoscere come siete organizzati internamente.
Grazie a questo punto si può andare ad individuare, con la proprietà o il comparto commerciale, le figure dell’Azienda che potranno dedicarsi all’internazionalizzazione.
Perché il tempo è prezioso, lo sappiamo tutti, e la figura (o le figure) che andranno ad affacciarsi su nuovi mercati devono capire che ci possono essere fusi orari diversi, festività diverse, etc.
Spesso capita, con i mercati arabi, che vengano fissate call e riunioni la nostra domenica. Non è una mancanza di rispetto nei confronti dell’azienda italiana, ma per loro è il primo giorno ufficiale di lavoro.

Bisogna eseguire una dettagliata analisi del prodotto che si vuole esportare (prodotto o servizio, a seconda del vostro ramo di appartenenza).
Questo ci fa capire la possibilità reale di esportare, ci fa valutare la competitività del prodotto/servizio nel mercato di riferimento e le eventuali mancanze del prodotto, che potrebbero costituire degli ostacoli all’inserimento del prodotto nel mercato estero.

Ultimo, ma non meno importante, è la comunicazione.
Soprattutto nel corso degli ultimi mesi, gli Imprenditori hanno avuto modo di vedere come il primo punto di contatto, il primo biglietto da visita è il sito web aziendale, che deve comunicare sia con i clienti nazionali, ma soprattutto con quelli stranieri.
È, dunque, richiesta la traduzione del sito in lingua inglese.
A seguito di questo, ovviamente, in lingua inglese sono richiesti cataloghi, schede prodotto/servizio, ed eventuali certificazioni, nonché una breve presentazione aziendale (una decina di righe) che vada ad indicare i valori aziendali.

La seconda fase serve per individuare il Paese in cui si vuole importare.
Non è detto, difatti, che ciò che va bene in un Paese di una data zona, vada bene anche per il Paese confinate.
Vanno sempre valutati pro e contro di un determinato Paese, sottoponendo alla lente ingrandimento più fattori: da quelli politici, a quelli economici, passando per lo sviluppo dello stesso e gli aspetti sociali.

Si passa, quindi, alla terza fase, in cui si procede ad una vera e propria ricerca di mercato nel contesto del Paese scelto, valutando domanda ed offerta, concorrenti interni, differenze culturali ed eventuali rischi.
La ricerca di mercato viene svolta direttamente in loco dai nostri collaboratori presenti nel Paese di riferimento.
È una ricerca direttamente mirata sul prodotto, in quanto va a fornire delle basi certe all’imprenditore.
A volte, se il prodotto è molto richiesto o ha poco mercato, la stessa si può concludere in 15 giorni, altre volte, per la particolarità del prodotto/servizio offerto dall’Azienda italiana, chiediamo più tempo per meglio poter valutare tutti gli aspetti in cui ci si può imbattere in loco.

Infine vi è la stesura del Business Plan, in cui vanno inseriti i dati ottenuti dai punti precedenti e i passi da svolgere per arrivare all’internazionalizzazione del prodotto/servizio.
Per questo punto, ABOpportunity si fa coadiuvare da alcuni Dottori Commercialisti con cui collabora da tempo.

Partendo da predetti punti, e volendo tralasciare il Business Plan, l’Imprenditore può pensare di valutare una eventuale esportazione dei propri prodotti e/o servizi.
Certo è che i tempi sono indubbiamente cambiati ed oggi non ci si può permettere di sbagliare.
Il Gap tra l’Azienda ed il Paese d’interesse può essere colmato solo per il tramite di società che svolgono questo tipo di servizi.

Restiamo in contatto:

A.B.O. Around Business Opportunity
Tel. 049 59 700 20
Mail: info@abopportunity.it

    Richiedi maggiori informazioni / Request information

    Leggi la nostra / Read our Privacy Policy

    Ho letto e acconsento / I have read and Agree to the - Privacy Policy

    I'm not a robot

    * Informazione necessaria / Information necessary

    × Come possiamo aiutarti?