Borgo Treviso 22, 35013 Cittadella (PD) Tel: +39 049 5970020 Email: info@abopportunity.it

Europa: l’Export piu’ competitivo per il Made in Italy – ABO News

Europa: l’Export piu’ competitivo per il Made in Italy – ABO News
7 settembre 2018 Pier

7 Settembre 2018

Europa: l’Export piu’ competitivo per il Made in Italy – ABO News

Il 2017 è stato un anno molto favorevole per gli scambi mondiali. In particolare il Made in Italy rimane il più esportato in Europa.
Tra i Paesi nominati da SACE come irrinunciabili, nel Rapporto Export 2018, emergono la Repubblica Ceca e la Russia.

Per quanto riguarda la Repubblica Ceca le nostre maggiori esportazioni sono dirette verso la capitale, Praga, con un aumento medio di circa 9 punti percentuale. I prodotti maggiormente richiesti sono i beni detti intermedi (industria chimica, estrattiva e dei metalli), i beni durevoli (mezzi di trasporto e apparecchi elettrici), i beni agroalimentari ed il fashion.

Per la Russia, invece, il Made in Italy si è ripreso negli ultimi anni, dopo un rallentamento dovuto alle sanzioni internazionali e alla recessione interna. La ripresa è stata (ed è) graduale, ma in crescita costante.
Maggiormente favoriti i beni legati ad industria tessile, abbigliamento, meccanica strumentale, mezzi di trasporto ed apparecchi elettrici.
Ma il cibo italiano continua a superare tutte le altre categorie, nonostante il fenomeno dell’embargo che ha escluso prodotti importanti ma segnato un nuovo inizio per il food&beverage.

Nel 2017 abbiamo esportato beni in Turchia per un valore di oltre 10 miliardi di euro.
Malgrado tensioni politiche, la Turchia è un paese che prosegue la sua crescita economica. Particolare attenzione viene posta sugli investimenti pubblici, specialmente nel settore delle infrastrutture.
Per il quadriennio 2018-2021 si prevede una crescita continua, data dall’aumento dei consumi privati e degli investimenti pubblici.
Per la maggiore saranno richiesti i beni di consumo, soprattutto agroalimentari, ma anche beni intermedi, come metalli e prodotti chimici.

Guardando poi ad altri mercati europei di sbocco per il Made in Italy, tutte le destinazioni europee, esclusi i Paesi Bassi, hanno avuto e avranno segno positivo anche per tutto il 2018 e per il periodo 2019-2021.
Oltre alla Spagna, con una crescita nel 2017 di oltre il 10%, spiccano in particolare la Germania e l’Austria.

La Germania è il primo partner commerciale con la nostra Penisola e, da entrambe le parti, gli investimenti sono importanti.
Il Made in Italy è fortemente apprezzato dai consumatori tedeschi “medi”.
Si tratta soprattutto di prodotti della metallurgia, autoveicoli, prodotti manifatturieri e tessili, prodotti alimentari e materiali da costruzione.

Anche le relazioni commerciali tra Italia ed Austria sono ottime, con l’Italia che si conferma il 2° partner commerciale dell’Austria, subito dopo la Germania.
Al primo posto tra i prodotti italiani esportati spiccano di certo autoveicoli e macchinari, semilavorati e prodotti finiti, come arredamento e fashion, prodotti chimici ed agroalimentari, comprese bevande e bevande alcoliche, e prodotti farmaceutici.

Lo scambio di merci all’interno dell’Unione Europea non si definisce esportazione, bensì cessione intracomunitaria. Gli scambi dei beni e servizi sono liberi e senza particolari necessità di documentazione e formalità. Possiamo quindi definire l’Europa, per le imprese italiane, come il primo gradino per la scalata verso l’internazionalizzazione del Made in Italy.

 

Per Info:
A.B.O. Around Business Opportunity
Tel. 049 59 700 20
Mail: info@abopportunity.it

Richiedi maggiori informazioni / Request information

Leggi la nostra / Read our Privacy Policy

Ho letto e acconsento / I have read and Agree to the - Privacy Policy

* Informazione necessaria / Information necessary